japan firs raid special part 0.2 CODENAME :nagasaki inquieta alquanto inaspettatamente alquanto inquietantemente

eccomi di ritorno dalla mia “vacanza” della bella durata di una settimana!!!mi son stradivertito non c’e’ che dire!!!

tuttavia urge chiarire una cosa… questa nota non fara’ ridere!!non tentero’ di sdrammatizzare ne altro. vi diro’ tutto per come ho visto e cosa ho visto…mi scuserete se di foto non ne ho fatte ma davvero non me la sentivo.

perche’ questo inizio cosi’ malsano direte voi?semplice…perche’ vero che mi son divertito molto a nagasaki in compagnia di una mia amica giappa e di tutta la gentilezza del posto…tuttavia…il giorno clue del viaggio e’ stato quando sono andato a vedere il museo della bomba atomica di nagasaki…

ho vagamente sfiorato cosa voglia davvero dire avere i conati di vomito per lo schifo.

ma bando a tutto…iniziamo…

prima tappa del museo e’ uno spiazzaletto con resti di edifici come chiese e ricostruzioni di edifici o parti di costruzioni…fin qua ancora ancora si regge…se non fosse che erano edifici a km e km di distanza…dal centro dell’esplosione

la parte brutta inizia nella sala principale…che poi brutta…non penso neanche sia il termine giusto…ma al momento non mi viene una parola adatta che descriva quel che ho visto…

sentire la voce registrata che parla di cosa accadeva quel giorno, vedere la mini ricostruzione della gittata dell’esplosione…sentire cose come “temperatura a 3mila gradi”, “corpi vaporizzati e liquidi evaporati”…non era il massimo.

ho visto tantissime foto…davvero tante, tantissimi resti di case, tetti, messi in ordine a seconda della distanza per farti capire quanto forte sia stata la bomba. poi ho visto resti di oggetti di uso quotidiano…piatti, posate…poi eccoli la’…in prima linea…vestiti…che se pensi che dentro c’erano persone…bhe o quel che ne resta…gia mi stavan venendo nebbie agli occhi…

infine le foto dei superstiti…persone che avevano la schiena…bhe in realta’ non era piu’ tale…maciullata,ustionata…deforme…a chi andava meglio mancava solo il soprastrato di pelle…ed era un ammasso di carne viva…a chi andava peggio si vedevano le ossa…tra i superstiti intendo…

le foto dei morti carbonizzati…donne con bambini…persone morte con le mani sulla faccia per coprirsi, altri al collo…

la prima cosa che ha fatto danni della bomba atomica era proprio l’esplosione, un boato immenso con un’onda d’urto che ha spazzato via tutto e ha lasciato case distrutte e corpi ancora vivi, fino alla fiammata…

ho letto che le persone piu’ vicine all’epicentro della bomba non sono mai state ritrovate perche’ il loro corpo e’ letteralmente evaporato…

la scena e’ stata descritta come: l’inferno sulla terra.

la cosa che davvero mi ha fatto piu’ impressione erano le ombre…ma non ombre qualsiasi…ma ombre lasciate dai vari raggi gamma, raggi x, ultravioletti…insomma tanti…

a causa di questi raggi, oggetti, piante, persone…che sono state esposte ai raggi e all’esplosione, hanno lasciato un’ombra dietro di loro…solo che questa ombra era permanente…

se prima avevo solo nebbia agli occhi…a questo punto avevo davvero gli sforzi di stomaco ed ero contento di non aver mangiato a pranzo…

mi ha lasciato assai sconvolto leggere poi le testimonianze dei dottori che dicevano di quanta gente arrivava negli ospedali…e quanti ne uscivano sulle loro gambe…di come la notte non dormivano per paura dei sogni che facevano…

leggere dei bambini che vorrebbero svegliarsi…leggere di chi ha visto una luce poi piu’ nulla…

a questo punto iniziava a girarmi la testa, ma se i giapponesi non facevano una piega…non vedo perche’ proprio io dovevo andar giu’.

poi ecco delle scritte sulle pareti…scritte riguardandi gli avvenenimenti di quegli anni nello specifico…chi come me ha studiato storia contemporanea gia sa di che parlo…cioe’ del perche’ han tirato la bomba…ma leggerlo…e’ tutta un’altra storia…

il motivo si diceva che fosse per porre fine subito alla guerra e risparmiare le vite di tanti giovani soldati americani…il vero motivo era che gli americani dovevano testare sul campo una “nuova arma”…come prova di forza verso i russi…ho letto anche la tabella delle citta’ giapponesi designate…tra le tante c’era anche tokyo…

se prima stavo male qua mi e’ solo che salita una rabbia assurda…

non perche’ e’ l’america che fa la parte del cattivo..non e’ quello…semplicemente…questo mondo e’ sbagliato…tutto quello che mi riesce di pensare se dovessi dire cosa ne penso di quel museo e’ solo questo: questo mondo e’ sbagliato e cosi’ non mi piace.

-M-

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...